Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Ospitaletto: picchiano dipendente, condannati a 4 mesi di carcere

Confermata in appello la sentenza di primo grado: quattro mesi di reclusione per due impresari edili (padre e figlio) di Ospitaletto, che nel 2006 presero a sberle un loro operaio a seguito di una discussione

Condanna confermata per i due imprenditori, padre e figlio, che sette anni fa picchiarono un loro dipendente a seguito di un’accesa discussione in un cantiere edile a Ospitaletto.

I due titolari, impresari nell’edilizia, raccontarono di aver risposto con le mani alle offese del lavoratore, un immigrato da anni in Italia ma nato e cresciuto a Santo Domingo.

Dalle parole ai fatti il passo è spesso fin troppo breve, e il giovane operaio venne malmenato, prima con paio di ‘sberloni’, poi anche con un ‘destro’ ben assestato.

Il Palazzo di Giustizia ha comunque confermato la condanna di primo grado anche in appello: quattro mesi di carcere per entrambi, in attesa di un eventuale ricorso alla Cassazione.

Rigettata l’accusa di razzismo, rimane comunque quella (non meno pesante) di percosse e lesioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospitaletto: picchiano dipendente, condannati a 4 mesi di carcere

BresciaToday è in caricamento