Filmati porno in casa, la mamma: “Fatemi rivedere i miei bambini”

Dallo scorso Natale non può più vedere i suoi due figli, di 14 e 16 anni: la 47enne di Ospitaletto nota come Daiana Mori si prepara al ricorso, l'udienza è stata fissata il 19 gennaio prossimo

La mamma di Ospitaletto finita nell'occhio del ciclone per le riprese di film hard avrebbe fatto ricorso in tribunale per poter rivedere i suoi figli. L'ultima sentenza del giudice, a pochi giorni da Natale, era stata infatti molto chiara: l'uso della casa coniugale (dove era stato girato appunto un filmato pornografico) rappresenterebbe un “pregiudizio gravissimo” alla dignità morale dei ragazzi.

I suoi figli, di 14 e 16 anni, da allora non li può più vedere: li può soltanto sentire telefonicamente. Ma sulla motivazione del giudice la donna – nota sul web come Daiana Mori, 47 anni di Ospitaletto – avrebbe già pronto il ricorso: l'udienza è stata fissata il 19 gennaio prossimo.

Nel ricorso i suoi legali cercano ovviamente di difenderla: i video relizzati sarebbero stati la conseguenza di un problema, uno strumento e un mezzo per risolverlo e non certo “una scelta di vita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

  • Maltempo, arriva forte peggioramento: pioggia e abbondanti nevicate

  • Investita mentre va in pizzeria con la famiglia, muore madre di tre figli

Torna su
BresciaToday è in caricamento