Cronaca

"Ti offro il caffè, ma indossa la mascherina": infermiere picchiato in ospedale

Portato al pronto soccorso, ha rimediato lesioni con una prognosi di 21 giorni. L'aggressore è un senzatetto

Foto d'archivio

Folle aggressione ai danni di un infermiere dell'ospedale di Treviglio (Bg), picchiato e preso per il collo – stava iniziando il turno nel reparto di Cardiologia – per aver chiesto a un uomo di indossare la mascherina all'interno della sala macchinette, a fianco dell’ingresso della mensa aziendale.

Il fatto è avvenuto sabato sera, verso le 21.30. "Mi offri il caffè?", ha chiesto il futuro aggressore. Alla risposta dell'infermiere "anche la cena, però devi indossare la mascherina", l'uomo ha completamente perso la testa: ha preso per il collo la sua vittima, iniziando a picchiarla. 

L'infermiere, il 53enne Luca Carminati, è stato colpito al viso e ha rimediato la frattura del mignolo della mano destra. Traumi e lesioni per una prognosi 21 giorni, stando a quanto scrive l'Eco di Bergamo.

L'aggressore è un senzatetto di 40 anni, originario del Piemonte. Visto il suo stato di indigenza, gira spesso di notte nella zona dell'ospedale in cerca di ristoro. Ora dovrà vedersela con le forze dell'ordine e le pesante accusi mosse nei suoi confronti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ti offro il caffè, ma indossa la mascherina": infermiere picchiato in ospedale

BresciaToday è in caricamento