Cronaca

Desenzano: forse un’emorragia per la morte di Stella Migale

I primi risultati dell'autopsia, in attesa di quelli decisivi in arrivo a settembre: la 37enne Stella Migale, morta in sala parto all'ospedale di Desenzano, potrebbe essere deceduta a causa di un'emorragia, e di un cesareo in ritardo

La chiamano punto di non ritorno. La sindrome DIC, l’emolisi diffusa che si fa emorragia interna, e che potrebbe essere la causa scatenante la morte di Stella Migale, la 37enne di Castiglione delle Stiviere deceduta in sala parto, all’ospedale di Desenzano.

I primi accertamenti sull’autopsia della giovane donna sembrano dunque cambiare la carte in tavola. Non un’embolia, come in primo annuncio, ma gli effetti di una “coagulazione intravasale disseminata”, una possibile “emorragia plurima” causata dal contatto con un antigene del feto che la donna portava in grembo.

Solo a settembre le risposte decisive. Mentre gli inquirenti ragionano sull’eventualità che non si sia trattato di un evento clinico imprevedibile, e che forse si poteva fare qualcosa per prevenirlo. Anche il taglio cesareo avrebbe potuto incidere sul peggioramento delle condizioni di Stella Migale.

L’equipe al lavoro, secondo un’ipotesi avanzata dagli inquirenti, potrebbe aver tardato o indugiato sull’intervento, “mettendo a repentaglio la vita di mamma e bambino”. Il bimbo intanto è ancora ricoverato in Terapia Intensiva, al Civile di Brescia.

Le sue condizioni sono migliorate, con il passare dei giorni. Ma i medici non escludono danni permanenti, a causa di un pesantissimo deficit d’ossigeno, nel corso di quella maledetta giornata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Desenzano: forse un’emorragia per la morte di Stella Migale

BresciaToday è in caricamento