Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Stalking e maltrattamenti alla giovane amante: arrestato un bresciano

L'uomo, sposato, non ha accettato la fine della relazione con l'amante stanza di una relazione clandestina

Immagine di repertorio

Le ha sempre detto che si stava separando dalla moglie, ma dopo mesi di promesse non mantenute l'amante ha deciso di troncare. È finita con maltrattamenti, insulti e minacce - e con l'arresto - la storia "clandestina" tra un bresciano di 35-40 anni residente a Orzinuovi e una ragazza di 20 anni mantovana, disoccupata, residente a Castel Goffredo. 

I fatti. Conosciutisi un anno fa durante una festa, il bresciano e la giovane mantovana hanno iniziato a piacersi e frequentarsi clandestinamente. Lui, sposato, non ha nascosto il vincolo coniugale alla ragazza, ma le ha detto di essere in procinto di separarsi. Dopo mesi di stallo, e di promesse non mantenute, la giovane ha deciso di troncare, dando il via al suo calvario. L'uomo infatti non ha accettato la separazione eh ha iniziato a telefonare e a scrivere (anche cento volte al giorno) alla giovane, insultandola, minacciandola e maltrattandola, provocandole persino uno stato di depressione. 

Il culmine è stato toccato la mattina di Natale, quando la ragazza, accompagnata dai genitori, si è presentata in caserma a Castel Goffredo per presentare denuncia. Dopo una serie di accertamenti, il 30 dicembre il magistrato ha dato il via libera per l'arresto, notificato a casa dell'uomo. In quel momento nell'abitazione era presente anche la moglie, alla quale il marito aveva raccontato che ad essere perseguitato era lui. Ora l'uomo si trova in carcere a Canton Mombello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalking e maltrattamenti alla giovane amante: arrestato un bresciano

BresciaToday è in caricamento