menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Passo a prendere la cocaina?", ma al telefono rispondono i carabinieri

Arrestato a Orzinuovi un 28enne di Torre Pallavicina, beccato mentre spacciava droga in paese: in casa più di 3000 euro in contanti. I clienti lo chiamano, al telefono rispondono i carabinieri

Droga e soldi in casa, più di 3000 euro in contanti, e pure un bilancino di precisione: questo l'esito della perquisizione operata dai carabinieri nell'abitazione di un giovane marocchino classe 1988, residente a Torre Pallavicina, nella Bergamasca, ma beccato in flagranza di reato mentre vendeva una dose di cocaina ad un ragazzo bresciano, in Via Milano a Orzinuovi.

Una nota a dir poco curiosa. A quanto pare aveva tanti clienti, in paese e nei dintorni. Gli stessi che lunedì sera continuavano a chiamarlo sul cellulare. Peccato che proprio in quei momenti in casa ci fossero i militari, impegnati nella perquisizione.

E al telefono hanno risposto proprio loro, i carabinieri. Non è dato sapere a quanti clienti avrebbero risposto al telefono: certo che qualcuno è stato identificato, interrogato in caserma e infine segnalato alla Prefettura come consumatore di stupefacenti.

“Pronto, ci vediamo? Hai la coca?”. “Buonasera, siamo i carabinieri. Ci vediamo in caserma”. Potrebbe essere andata più o meno così, una delle ultime conversazioni. Il 28enne marocchino è stato arrestato, condannato a 1 anno di reclusione. Pena sospesa: era incensurato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento