menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pura follia in piazza: prende a testate un coetaneo e picchia un carabiniere

In caserma ha minacciato il comandante e ha pure lanciato una sedia contro il muro

Giovane bresciano in manette: non solo ha preso a testate un suo coetaneo, ma ha pure aggredito i carabinieri intervenuti per sedare la rissa. E' successo a Orzinuovi: il ragazzo (ha 18 anni) è già stato processato per direttissima, condannato all'obbligo di dimora nel territorio del paese con la prescrizione di non allontanarsi dalla propria abitazione durante le ore notturne.

La gazzella dei carabinieri è intervenuta lunedì sera in piazza, per sedare una rissa. Gli animi parevano essersi calmati, e i militari erano impegnati a identificare uno ad uno i giovani coinvolti. Uno di questi, il 18enne che poi verrà arrestato, improvvisamente colpisce con una testata in faccia un altro ragazzo.

Da qui in poi, un vero delirio: i carabinieri intervengono per fermarlo, lui cerca di divincolarsi, pure insultandoli pesantemente. Il giovane viene caricato in macchina, ma comincia a prendere a testate il veicolo. Arrivati in caserma ha minacciato il comandante, ha lanciato una sedia contro il muro e ha preso a calci un militare. Inevitabile l'arresto: il giovane è accusato di resistenza, lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento