menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un pugnale kirpan

Un pugnale kirpan

Sotto i vestiti nasconde un pugnale affilatissimo, giovane nei guai

Il ragazzo, un 26enne indiano, si è così giustificato: "È un simbolo religioso, non un'arma"

Lo hanno fermato per un banale controllo stradale, mentre a bordo di una Renault  Clio percorreva via Milano, a Orzinuovi. Oltre alla patente e al libretto, la polizia locale gli ha chiesto di mostrare cosa avesse in tasca, sotto la tunica. Insospettiti da uno strano rigonfiamento, gli agenti hanno infatti deciso di approfondire le verifiche, perquisendo il giovane uomo indiano.

Ci avevano visto giusto: sotto la tunica hanno infatti trovato un coltello kirpan lungo 15 centimetri, con una lama affilatissima. Per gli agenti un'arma a tutti gli effetti, per il 26enne indiano un simbolo religioso.

A nulla sono valse le giustificazioni del giovane che ha spiegato che stava tornando a casa, nel Cremonese, dopo aver preso parte a una funzione religiosa.  Secondo la legge italiana non è possibile avere con sé lame potenzialmente pericolose che superino le misure consentite, senza un giustificato motivo: il pugnale è stato sequestrato ed è scattata la denuncia per porto di arma illegale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento