Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Orzinuovi

Pirlo e amaro serviti a quattro ragazzini, il Questore chiude il bar della Movida

Serrande abbassate al Nolita Cafè di Orzinuovi: violando la legge, il barista ha servito superalcolici a 4 minori di 16 anni: sospensione dell'attività per 15 giorni.

Sulla base del verbale della Polizia locale, il Questore di Brescia, Leopoldo Laricchia, ha disposto la chiusura di un bar del centro di Orzinuovi per 15 giorni. La motivazione: aver servito pirlo e amaro Montenegro a quattro ragazzini minori di 16 anni, comportamento espressamente vietato dalla legge.

All'inizio di maggio, gli agenti, impegnati in una serie di controlli, si erano imbattuti in quattro ragazzini di 15 anni che, seduti ai tavolini del Nolita Cafè, sorseggiavano Pirlo e amaro. Immediato, è scattato il controllo dei documenti. Una volta appurata l’età, i quattro giovanissimi erano stati interrogati dagli agenti e avevano fornito indicazioni dettagliate su chi glieli aveva serviti.

Nei guai è quindi finito il barista del frequentassimo locale del centro storico: è stato denunciato all'autorità giudiziaria per aver somministrato bevande alcoliche a 4 ragazzi, tutti con meno di 16 anni, senza prima essersi accertato della loro età.  Lo scorso 29 maggio la decisione del Questore che ha sospeso l’attività, come previsto dalla legge.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pirlo e amaro serviti a quattro ragazzini, il Questore chiude il bar della Movida

BresciaToday è in caricamento