Cronaca Orzinuovi

Fa gli 'straordinari' per rubare in azienda, nei guai operaio bresciano

Pizzicato e denunciato un 47enne incensurato: si tratteneva sempre oltre l'orario di lavoro, ma le sue intenzioni non erano delle migliori.

Un operaio esemplare: si tratteneva sempre oltre il normale orario di lavoro ed era sempre l'ultimo ad andarsene. Una dedizione incredibile, che nascondeva però intenti ben diversi da quelli di aumentare la produzione della sua azienda. I tanti 'straordinari' accumulati erano solo un modo per rimanere solo e mettersi in tasca, ogni giorno, un pò di materiale della ditta.

L’uomo, impiegato da diversi anni in una ditta di Orzinuovi che si occupa di produzione di apparecchiature industriali, si era guadagnato la stima e la fiducia del titolare e aveva accesso ai magazzini. Quando rimaneva solo non lavorava, ma faceva razzia di rame, portandosi via dai 10 ai venti chilogrammi ogni giorno, pensando che il datore di lavoro non si accorgesse di nulla.

Ma proprio gli ammanchi giornalieri, cominciati il mese scorso, hanno insospettito il datore di lavoro, che si è rivolto ai carabinieri. I militari hanno risolto il mistero in poco tempo, pizzicando l'operaio- un 47enne bresciano - mentre usciva dalla ditta con 10 kg di rame nello zaino. Durante la successiva perquisizione domiciliare è stato trovato ben un quintale di 'oro rosso'. Per l'uomo è scattata una denuncia per furto continuato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa gli 'straordinari' per rubare in azienda, nei guai operaio bresciano

BresciaToday è in caricamento