Afferra la ‘ex’ per i capelli, poi le sbatte la testa contro un muro

Il luogo dell’aggressione © Bresciatoday.it

ORZINUOVI. I Carabinieri hanno arrestato un 33enne con l’accusa di lesioni personali ai danni della sua ex compagna e di resistenza a pubblico ufficiale.

Nel corso di una lite con la giovane nei pressi di un bar, l’uomo ha scagliato la propria bicicletta contro la vetrata del locale, poi si è avventato contro la donna, madre di un loro figlio, aggredendola violentemente. L’ha afferrata per i capelli, facendole sbattere la testa contro la parete, interrompendo la propria azione solo dopo essere stato bloccato da due avventori.

L’uomo è stato quindi tratto in arresto, riuscendo a colpire anche un carabiniere nel frattempo giunto sul posto. Sulla scorta dei suoi precedenti, e del fatto che non era la prima aggressione ai danni della ‘ex’, è stato portato a Canton Mombello. Il giudice, il giorno seguente, ha convalidato la misura, disponendo la continuazione della custodia in carcere.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento