rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Pezzaze

Orso fotografato sulle pendici del Guglielmo: 30 avvistamenti da inizio estate

Cosa fare in caso di incontro ravvicinato

Uno dopo l'altro, siamo arrivati a circa trenta avvistamenti. Se dovessimo scegliere un animale simbolo dell'estate 2023, sarebbe sicuramente un orso. Tutto nasce purtroppo dalla morte di Andrea Papi, il 26enne runner aggredito e ucciso nei boschi di Caldes in Val di Sole, in Trentino, e dalle travagliate vicende legate al destino dell'orsa "Jj4". Da allora ogni avvistamento in luoghi più o meno vicini alle case (c'è anche un video, girato sull'Alto Garda) finisce col diventare un pre-allarme, anche se i numeri delle segnalazioni di quest'anno sono in linea con quelli delle ultime estati.

L'ultimo avvistamento riporta la data di giovedì 27 luglio, lo racconta il Giornale di Brescia in edicola stamane. Alle ore 21:47 un esemplare piuttosto grosso è stato immortalato dalle fototrappole situate in località Pontagna, a Pezzaze, in Valle Trompia. La zona è molto frequentata, e non è distante dal sentiero che porta in Guglielmo. 

Cosa fare in caso di incontro ravvicinato con un orso? Innanzitutto cercare di mantenere la calma. Poi cercare di farsi notare, parlando a voce alta, e se possibile allontanarsi ma senza correre, lasciando una via di fuga all'animale. Se malauguratamente si viene attaccati, è inutile cercare di difendersi, meglio sdraiarsi a terra in posizione fetale e proteggersi la testa con le braccia.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orso fotografato sulle pendici del Guglielmo: 30 avvistamenti da inizio estate

BresciaToday è in caricamento