rotate-mobile
Cronaca

Uomo aggredito da un orso: diverse ferite alla testa e a un braccio

L'aggressione in un bosco a circa 2000 metri di quota

Un uomo è stato assalito da un orso in Val di Sole, sul versante trentino del Passo del Tonale. La vittima dell'aggressione è il 39enne Alessandro Cicolini, fratello del sindaco di Rabbi (Tn). Dovrà essere operato, molto probabilmente.

Nella mattina di domenica 5 marzo, Cicolini stava camminando lungo un sentiero sulla montagna di Pracorno, attraversando un bosco (a circa 2000 metri di quota) in compagnia del suo cane. Improvvisamente si è trovato faccia a faccia col plantigrado, che lo ha attaccato a un braccio e alla testa, riportando diverse ferite prima che riuscisse a fuggire e a mettersi in salvo. È ora ricoverato in ospedale.

L'episodio è stato segnalato al Ministro all'Ambiente, Gilberto Pichetto Fratin, che verrà costantemente aggiornato sui risvolti della grave aggressione.
Sul caso sono già intervenuti gli animalisti: "Sorveglieremo con attenzione la vicenda – si legge in una nota del direttivo Leal (Lega Antivivisezionista) –, iniziando dall'individuazione dell'orso e dalle azioni che la Provincia sceglierà di percorrere, mettendo in campo ogni strategia lecita per la tutela di questo orso e di tutti i plantigradi del territorio".
Scrive invece Oipa, l'Organizzazione internazionale Protezione Animali: "Diffidiamo da chi vuole l'uccisione facile, magari suggerendo di attendere che sia fatta chiarezza. Ma chiarezza vera. Non vorremmo venisse presa l'occasione sempre per incentivare l'idea di sparare agli orsi; necessario sarebbe avviare processi seri di gestione della fauna selvatica e non attendere sempre questi episodi per tornare a parlarne".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uomo aggredito da un orso: diverse ferite alla testa e a un braccio

BresciaToday è in caricamento