rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Cronaca

La conferma: è questa l'orsa che ha ucciso il povero Andrea

Nata all'interno del progetto di ripopolamento "Life Ursus", che vede coinvolto anche il territorio bresciano

Era già nella liste dei “ricercati”, degli orsi considerati problematici e per i quali la Provincia di Trento punta all’individuazione e, poi, all’abbattimento.

Ora, arriva la prova dei dati scientifici: ad uccidere il giovane Andrea Papi è stata JJ4. Si tratterebbe di una delle figlie di Jurka (già catturata nel 2007 perché problematica) e di Joze, uno degli orsi importati dalla Slovenia e rilasciati sulle montagne del Parco dell’Adamello Brenta, per ripopolare – il progetto "Life Ursus" prevedeva 50 esemplari, ora sono oltre 100 – una zona montuosa contigua tra le province di Bolzano, Brescia, Sondrio e Trento.

La conferma arriva direttamente dalla Provincia di Trento, che ha reso nota l’identità dell’animale dopo che la Procura ha comunicato al Dipartimento Protezione civile, foreste e fauna i risultati delle verifiche condotte dalla Fondazione Edmund Mach sui reperti rinvenuti sul luogo dell'aggressione al 26enne, nei boschi sopra Caldes.

JJ4 è una vecchia "conoscenza" e quella di Andrea Papi non sarebbe la prima aggressione a delle persone (anche se questa, evidentemente, è la prima rivelatasi letale). Secondo quanto riporta la Rai, il 22 giugno di tre anni fa l'orsa aggredì padre e figlio sul monte Peller.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La conferma: è questa l'orsa che ha ucciso il povero Andrea

BresciaToday è in caricamento