Omicidio a Vobarno: il killer Cosimo Balsamo colpisce ancora

La dinamica e che cos'è avvenuto. Prima di sparare avrebbe urlato "Mi hai rovinato!"

Vobarno: i carabinieri sul luogo dell’omicidio © Bresciatoday.it

Doppio omicidio in due ore: l’assassino di Elio Pellizari ha ucciso ancora, stavolta a Vobarno. La nuova vittima è il 60enne James Nolli, freddato nel cortile della sua abitazione nella frazione Carpeneda. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Salò. 

Il presunto killer, secondo quanto è trapelato, si chiama Cosimo Balsamo, un 67enne già noto alle forze dell’ordine, in quanto parte di una banda accusata in passato di diversi furti nel Bresciano. Stando ai testimoni del primo omicidio, sarebbe in fuga su una Bmw X5, armato di fucile a pompa e di 3 o 4 pistole.

Nel primo omicidio l'omicida, arrivato in auto, è sceso, è entrato nel capannone e ha sparato ferendo anche un operaio. L'azienda si occupa di commercio di veicoli industriali. "Mi hai rovinato!", avrebbe gridato Balsamo prima di sparare e di fuggire in auto.

Balsamo lo scorso 30 gennaio era salito su una tettoia del tribunale di Brescia per protestare contro il sequestro della sua abitazione. L'uomo era stato infatti coinvolto in un'inchiesta sul traffico di mezzi pesanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel 2009 Balsamo era stato condannato per associazione a delinquere finalizzata al furto e riciclaggio perché faceva parte della banda dei tir che nei primi anni del 2000 aveva derubato aziende di trasporto di metalli in tutto il Nord Italia. Le forze dell'ordine l'avevano convinto a desistere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 1 aprile 2020

  • Arresto cardiaco, muore nella sua auto: era in malattia e aveva la febbre

  • Ingerisce una batteria e rimane soffocata: morta bimba di tre anni

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 2 aprile 2020

  • Coronavirus: morto cassiere di 57 anni, supermercato chiuso per lutto

  • "Nella mia Brescia tragedia di proporzioni devastanti: i nonni non ci sono più"

Torna su
BresciaToday è in caricamento