Spedizione punitiva, il colpo che lo trafigge al cuore: arrestati i due presunti assassini

Proseguono le indagini sulla morte del giovane Amandeep Singh, il ragazzo indiano di 22 anni morto in ospedale a Bergamo dopo essere stato ferito da un colpo di pistola

Sono stati arrestati i due giovani considerati responsabili della morte del giovane Amandeep Singh, il ragazzo indiano di 22 anni di Palosco (nella Bergamasca al confine con Pontoglio e Palazzolo) morto in ospedale a seguito delle gravi ferite riportate, colpito alla spalla da un colpo di pistola. I due sono stati fermati all'alba di martedì mattina a Leno dai carabinieri. Nella loro automobile nascondevano anche un'ascia.

Si sarebbe trattato di un blitz punitivo, di una resa dei conti fra bande rivali per questioni economiche (un debito di qualche migliaia di euro che si protrarebbe da un anno) e forse una vendetta per qualche screzio passato (c'è chi parla di un'automobile bruciata, ma la circostanza non è stata verificata).

Quel colpo di arma da fuoco non doveva essere fatale, almeno secondo una prima ricostruzione. Il giovane Singh è stato colpito da circa 30 metri di distanza, ma la pallottola che gli ha trapassato la spalla ha lesionato anche inesorabilmente il suo cuore. Purtroppo per lui non c'è stato niente da fare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento