Cronaca

Benaco: omicidio Giacomini, ordine d’arresto per Mossoni

Il giudice ha convalidato la richiesta del pm Silvia Golin per l'arresto immediato di Franco Mossoni, il 55enne bresciano accusato del brutale omicidio dell'ex pornodiva Federica Giacomini, trovata morta nelle acque del Garda

Il ritrovamento del cadavere di Federica Giacomini

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Vicenza ha accolto la richiesta di custodia cautelare emessa dal pm Silvia Golin, il magistrato che si occupa delle indagini relative all’omicidio di Federica Giacomini, la 43enne trovata senza vita nelle acque del Garda, uccisa a colpi di bastone (o martello) in testa e poi abbandonata in una cassa.

Ordine d’arresto per l’unico iscritto al registro degli indagati, il 55enne originario di Malegno Franco Mossoni, attualmente ricoverato in un ospedale psichiatrico di Reggio Emilia e già condannato per omicidio sul finire degli anni ’70, quando uccise a colpi di pistola un presunto rivale in amore.

Dalla struttura psichiatrica Mossoni continua a ripetere di non ricordare nulla, nonostante le diagnosi mediche raccontano di lui come una persona “perfettamente in grado di intendere e di volere”. Su di lui accuse pesantissime, anche se nella ricostruzione della vicenda manca ancora qualche tassello.

Su tutti la mancanza di un vero luogo del delitto, oltre alla data dell’omicidio. I testimoni raccontano di aver visto Mossoni sul lago di Garda tra il 20 e il 25 gennaio, l’ultima telefonata di Federica agli amici sarebbe però datata domenica 9 febbraio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benaco: omicidio Giacomini, ordine d’arresto per Mossoni

BresciaToday è in caricamento