Pontoglio, omicidio Raccagni: arrestato il terzo rapinatore

Beccato nella bergamasca il 23enne Vitor Lleshi, il terzo grande accusato dell'omicidio di Pietro Raccagni, il macellaio di Pontoglio morto a seguito delle gravi ferite procurate mentre cercava di difendere la sua abitazione

Ci sono volute settimane e settimane di indagini e ricerche ma è stato finalmente arrestato il 23enne albanese terzo grande accusato della rapina che circa due mesi fa è costata la vita al macellaio Pietro Raccagni di Pontoglio.

Aveva sorpreso i ladri nella sua abitazione, aveva cercato di inseguirli: gravemente ferito nella colluttazione, dopo aver battuto la testa, è morto in ospedale una decina di giorni dopo. Il terzo uomo di quella tragica notte è stato arrestato dai Carabinieri in territorio di Antegnate, nella bergamasca.

Alla vista dei militari avrebbe pure cercato di fuggire dal balcone, per essere poi comunque braccato e arrestato. L’arrestato, il 23enne Vitor Lleshi, è accusato di rapina plurima aggravata e omicidio preterintenzionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo gli inquirenti, Lleshi è stato arrestato appena in tempo: stava infatti organizzando una fuga, con tanto di passaporto falso, probabilmente diretto al suo Paese natale, l'Albania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

  • Si butta dalla finestra di casa, suicidio shock scuote il quartiere

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Sputi, insulti, sassi contro auto e ciclisti: ora il paese ha paura della baby gang

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento