Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Indagini omicidio Montichiari: cala un velo di silenzio

La scelta, molto probabilmente, è quella di non far trapelare nuove indiscrezioni prima di avere in mano qualcosa di concreto. Intanto si attendono i risultati sulla pistola calibro 357 sequestrata a un familiare di uno dei cinque colleghi sottoposti a stub

Sulle indagini riguardanti l’omicidio di Michele Peroni gli inquirenti hanno scelto di calare un velo di silenzio. Il motivo, molto probabilmente, è quello di non far trapelare nuove indiscrezioni prima di avere in mano qualcosa di concreto. Un po’ per agevolare il lavoro d’inchiesta, un po’ per far scemare la bagarre mediatica.
Ieri è avvenuta la conferma di due stub negativi su cinque, che di fatto esclude due possibili colpevoli: o il cerchio si sta restringendo, o le indagini sono in alto mare e si sta seguendo la pista sbagliata dei colleghi di lavoro. Intanto i Ris continuano le analisi su altri reperti organichi trovati nella fabbrica, nonché su impronte e tamponi salivari raccolti a quasi tutti i colleghi di Peroni.

VISITA DEI GENITORI IN CARCERE. VISANI: "CONFESSANDO MI SON TOLTO UN PESO"
POSSIBILI CAUSE SCATENANTI L'ASSASSINO REO-CONFESSO VISANI
RIS DI PARMA: NEGATIVI 2 DEI 5 STUB
INDAGINI SI CONCENTRANO SU AMBINETE DI LAVORO

Il procuratore capo Fabio Salamone, il sostituto Michele Stagno (titolare delle indagini), il capitano Gianluca D'Aguanno per il Nucleo investigativo, il capitano dei carabinieri di Desenzano, Fabrizio Massimi con il vice Marco Lombardo, attendono con ansia i risultati sulla pistola calibro 357  sequestrata a un familiare di uno dei cinque colleghi sottoposti a Stub. Il calibro del proiettile che ha ucciso il ragazzo di Ghedi sarebbe compatibile con l’arma. In caso di esito positivo, si sarebbe vicini a dare un nome a chi ha premuto il grilletto.

IL FUNERALE DI MICHELE
LA RICOSTRUZIONE DELL'OMICIDIO
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagini omicidio Montichiari: cala un velo di silenzio

BresciaToday è in caricamento