Cronaca

Donna morta in casa, indagini per omicidio: cosa ha scoperto l’autopsia

Proseguono le indagini sulla morte di Stefania Rota

Con il passare dei giorni emergono sempre nuovi elementi, ma allo stesso tempo si fa sempre più fitto il mistero sulla morte di Stefania Rota, la donna di 62 anni trovata senza vita nella sua abitazione di Mapello (Bergamo): pare fosse deceduta da più di un mese quando è stata ritrovata, il 21 aprile scorso. L’ipotesi del malore, da sola in casa, sembra sempre meno probabile: anche per questo è stata aperta un’inchiesta per omicidio volontario, per ora senza indagati.

È stata ritrovata la sua auto, la Ford Fiesta considerata elemento importantissimo per ricostruire la vicenda: era a poche centinaia di metri dalla sua abitazione. Testimoni oculari avrebbero riferito di averla vista parcheggiata dalla fine di febbraio, altri di averla vista in altri posteggi della zona - dunque sarebbe stata usata anche dopo la morte di Stefania, avvenuta forse a metà marzo? - e c’è chi giura di aver notato una tanica di benzina sui sedili.

Indagini per omicidio

Le indagini proseguono, affidate ai Carabinieri e coordinate dalla pm Letizia Ruggeri, la stessa che indagò (e risolse) sul caso di Yara Gambirasio. A Mapello si sono visti (ancora) gli specialisti del Ris, il Reparto investigazioni scientifiche: gli accertamenti sul posto, in casa e sull’auto, avrebbero permesso di rilevare alcune tracce di sangue, compatibili con una ferita ma anche con una caduta. Sull’auto sarebbero state trovate delle tracce biologiche, avvistate con il luminol, ma non si conosce l’esito degli ultimi approfondimenti.

Le ferite sul corpo

Stefania Rota è stata trovata riversa a terra, ormai priva di vita, ancora vestita (indossava anche le scarpe e il cappotto): la porta era chiusa a chiave, ma la chiave non è mai stata recuperata. Così come non sono più stati trovati né il suo cellulare né tanto meno la sua borsetta. L’autopsia, eseguita sul corpo della donna, ha permesso di individuare diverse ferite, anche alla testa. In ultimo, ci sono testimoni che avrebbero riferito di una sua frequentazione con uomo ad oggi misterioso, che l’avrebbe accompagnata a casa in più occasioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna morta in casa, indagini per omicidio: cosa ha scoperto l’autopsia
BresciaToday è in caricamento