Le più terribile delle ipotesi sempre più concreta: "E' stata bruciata viva"

Ora si attende l'ufficialità delle prime analisi autoptiche

Stefania Crotti

Bruciata viva: un'ipotesi terribile, ma sempre più concreta. Dalle ultime indiscrezioni trapelate, pare che siano state trovate tracce di fumo nei polmoni di Stefania Crotti, la 43enne uccisa dall'ex amante del marito, Chiara Alessandri. Ora si attende l'ufficialità delle prime analisi autoptiche.

Intanto proseguono le indagini sulla dinamica dell'omicidio. Sembra escluso il coinvolgimento di un complice, nonostante la convinzione contraria dell'avvocato del marito, Stefano Del Bello, e il ruolo da chiarire dell'imprenditore che, completamente ignaro di quanto stesse accadendo, ha condotto la giovane mamma nella trappola mortale

L'avvocato dell'omicida, Gianfranco Ceci, ha incontrato la sua cliente in carcere: "Chiara è molto dispiaciuta, ha rivolto un pensiero al marito e alla figlia della vittima", ha dichiarato a seguito del colloquio. Aggiungendo poi: “La mia cliente è molto provata, sta metabolizzando quanto è successo. E' molto dispiaciuta. Adesso  abbiamo soltanto bisogno di tranquillità, per studiare le carte: i processi si fanno nelle aule dei tribunali, non sui media e sui giornali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

Torna su
BresciaToday è in caricamento