Massacrata con 4 martellate, bruciata con la benzina: "La festa è andata bene"

Il messaggio vocale inviato da Chiara Alessandri: “La festa è andata bene”. E invece aveva appena finito di uccidere Stefania Crotti, che lei considerava una rivale in amore

Stefania Crotti

Uccisa con quattro martellate alla testa, e poi a quanto pare bruciata con la benzina: infine seppellita a decine e decine di chilometri di distanza. Sarebbe stato questo il triste destino di Stefania Crotti, la 42enne assassinata e trovata senza vita da un passante nelle campagne tra Erbusco e Adro. Uccisa da Chiara Alessandri, compaesana di Crotti (entrambi abitavano a Gorlago, in provincia di Bergamo) e che ancora la considerava sua rivale in amore, dopo la relazione con il marito Stefano Del Bello.

In queste ore è atteso l'interrogatorio di garanzia per Alessandri, e nel contempo anche l'autopsia sul corpo di Crotti. La donna avrebbe premeditato l'omicidio: questo quanto emerge dall'ordinanza di fermo disposta dalla Procura. Avrebbe studiato tutto nei minimi dettagli, dopo aver seguito a lungo la donna per “carpire” le sue abitudini. E dopo aver tentato di ricucire in mille modi il suo rapporto con Del Bello, il marito di Crotti.

Con il passare dei giorni i contorni della vicenda si fanno sempre più inquietanti. Come quel messaggio vocale, mandato all'amico che (ignaro di tutto) le ha portato Crotti fin sotto casa: “La festa è andata bene”, avrebbe detto Alessandri una volta conclusa la sua metodica (e macabra) operazione. L'uomo, un imprenditore di 54 anni che abita in zona, una volta saputo della scomparsa di Crotti è subito corso dai carabinieri per denunciare l'accaduto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I giorni dell'orrore

Alessandri si è trovata Crotti in garage, faccia a faccia. Tra le due potrebbe esserci stata una colluttazione. Ma che si è conclusa con quattro martellate in testa, che non hanno lasciato scampo a Stefania. Morta sul colpo, trascinata in garage e poi in auto: il suo cadavere è stato bruciato, carbonizzato. Su questo le circostanze sono ancora da chiarire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Svuota le casse dell’azienda, compra borse e auto di lusso: nei guai impiegata

  • Terribile incidente: precipita elicottero, morto dirigente d'azienda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento