Omicidio Zani a Capriolo: confessa il figliastro, Maurizio Alghisi

Sono giunte a termine le indagini riguardanti la morte di Giuseppe Zani. L'assassino sarebbe Maurizio Alghisi, che avrebbe confessato ai carabinieri di aver agito per vendetta e per proteggere la madre

Le indagini dei carabinieri di Brescia, Chiari e Capriolo sembrano giunte velocemente alla risoluzione del giallo dell'omicidio di Giuseppe Zani, il falegname in pensione ucciso nella camera da letto della propria abitazione a Capriolo, nella notte tra domenica e lunedì. E' stato infatti fermato Maurizio Alghisi, 50 anni, il figlio che la moglie della vittima ha avuto da un precedente matrimonio. Stamani alle 11 i carabinieri forniranno ulteriori dettagli nel corso di una conferenza stampa.

Ai carbinieri avrebbe confessato, dopo 15 ore di interrogatorio: "l’ho ucciso per vendetta, perchè volevo difendere mia madre". In base ai riscontri delle forze dell'ordine, sarebbe emerso un retroscena di tensioni familiari, dovute dalla continua richiesta di denaro da parte della donna per aiutare il figlio con problemi di tossicodipendenza e disoccupato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(aggiornato alle 12:23)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Economia bresciana in lutto: è morto l'imprenditore Giuliano Gnutti

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 1 aprile 2020

  • Arresto cardiaco, muore nella sua auto: era in malattia e aveva la febbre

  • Ingerisce una batteria e rimane soffocata: morta bimba di tre anni

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 2 aprile 2020

  • Coronavirus: morto cassiere di 57 anni, supermercato chiuso per lutto

Torna su
BresciaToday è in caricamento