Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Brescia 2 / Via Cefalonia

Omicidio di via Cefalonia: Piraccini gestiva un bar a Palazzolo sull'Oglio

La porta dell’appartamento dov’è avvenuto l’omicidio © Bresciatoday.it

BRESCIA. Paolo Piraccini, il 56enne che, attorno alle 22.30 di lunedì, ha ucciso la moglie Marinella Pellegrini in un appartamento di via Cefalonia, gestiva il bar San Rocco in via Fratelli Marzoli a Palazzolo sull'Oglio, nei pressi dell’Italmark lungo la Statale che da Mura porta al maxi rondò per Chiari e Cologne. Fino a tre anni fa, era stato titolare di una pizzeria in franchising per il marchio bresciano "Roco's".

Nato a Milano, era molto conosciuto a Sarnico, dove ha vissuto dal 1973 al 1990, per poi trasferirsi a Villongo per circa sette anni. Infine il trasferimento a Brescia. Anche nella Bergamasca l’uomo era stato titolare di diversi locali legati al mondo della ristorazione.


Piraccini e Pellegrini non avevano figli. Stando alle ultime notizie, sarebbe stato lui stesso a chiamare un parente dopo aver ucciso la moglie, dandosi poi alla fuga. Per timore di un gesto estremo - “voglio farla finita”, pare che abbia dichiarato al telefono - le autorità hanno subito bloccato la circolazione ferroviaria. Poi, un’ora più tardi, è stato trovato morto dopo il frontale in autostrada (guarda le foto dell'incidente).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di via Cefalonia: Piraccini gestiva un bar a Palazzolo sull'Oglio

BresciaToday è in caricamento