Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Centro / Corso Giuseppe Garibaldi

Omicidio in corso Garibaldi, è stata la vittima a scatenare la rissa

L'uomo, Oussine el Rezgui, ha sferrato un fendente con un coltello al collo di un connazionale, provocandone l'immediata reazione

Gli aggressori in fuga ripresa da una telecamera di videosorveglianza

Si chiamava Oussine el Rezgui, aveva 33 anni ed era un cittadino tuniso, l'uomo morto questa mattina in ospedale dopo essere stato accoltellato in corso Garibaldi sabato notte.

Clandestino e pregiudicato, il 33enne era in Italia da almeno un paio d'anni nonostante fosse stato più volte sottoposto alle pratiche per l'espulsione. I due suoi connazionali che hanno preso parte alla rissa, sono Frigini Hassan, 24 anni, ricoverato alla Poliambulanza di Brescia per le ferite al collo e al torace riportate e subito arrestato, e Haitem Ourtani, 26 anni, fermato la scorsa notte.

[VIDEO] Omicidio in Corso Garibaldi,
la fuga dopo la rissa

Stando alla ricostruzione effettuata dagli investigatori della squadra mobile, sembra che a iniziare la rissa sia stata la stessa vittima: il 33enne avrebbe incrociato il 24enne che era in compagnia di una donna ucraina di 25 anni e, forse per gelosia o per qualche commento di troppo, gli ha assestato un fendente al collo con un coltello a serramanico, per poi darsi alla fuga.

Allora sarebbe scattato un inseguimento durato pochi minuti: tre i tunisini che hanno rincorso la vittima fino in piazza Garibaldi, dove è avvenuta l'aggressione vera e propria. Il 33enne sarebbe stato colpito sia con il coltello a serramanico, forse recuperato da uno dei suoi due aggressori, sia alle gambe con un grosso coltello da cucina, sulla cui provenienza sono ancora in corso accertamenti. Proprio le ferite alle gambe gli sarebbero risultate fatali, provocando una forte emorragia che lo ha portato al coma e poi alla morte.

La terza persona coinvolta avrebbe soltanto cercato, senza successo, di sedare la rissa violenta. I due tunisini, individuati dopo complesse indagini dalla polizia anche grazie ad un filmato di videosorveglianza che ha ripreso le concitate fasi dell'inseguimento, devono ora rispondere di rissa aggravata e omicidio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio in corso Garibaldi, è stata la vittima a scatenare la rissa

BresciaToday è in caricamento