Omicidio-suicidio: rabbia e depressione per la casa devastata dalle fiamme

Nelle prossime ore è attesa l'autopsia

Foto d'archivio

Non rimane altro che l'autopsia, sui corpi di Florinel e Sorina Monea: poi, come richiesto dal figlio 30enne che per primo lunedì pomeriggio ha dato l'allarme, verranno seppelliti nel cimitero di Ome, il paese dove lui è cresciuto, il paese dove i genitori abitavano da tanti anni. Gli accertamenti medico-legali riusciranno a far luce in maniera definitiva sulla morte della coppia.

Tutto sarebbe successo sabato sera, poco dopo mezzanotte e in pochi minuti: forse una lite violenta ha anticipato l'aggressione, il marito 55enne ha accoltellato con quattro o cinque fendenti la moglie Sorina, di 50 anni, prima di finirla con una bottigliata in testa. Poi si è tolto la vita: si è accoltellato anche lui, ha infine ingerito un cocktail di psicofarmaci che l'hanno rapidamente ucciso.

Farmaci che in parte arrivavano dalla Romania, il Paese d'origine della coppia: Florinel Monea in patria ci era tornato tra il 2015 e il 2016, per lavorare, poi di nuovo in Italia dove invece il lavoro non c'era (per anni era stato operaio in un'acciaieria di Monticelli).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

Torna su
BresciaToday è in caricamento