Omicidio-suicidio: rabbia e depressione per la casa devastata dalle fiamme

Nelle prossime ore è attesa l'autopsia

Foto d'archivio

Non rimane altro che l'autopsia, sui corpi di Florinel e Sorina Monea: poi, come richiesto dal figlio 30enne che per primo lunedì pomeriggio ha dato l'allarme, verranno seppelliti nel cimitero di Ome, il paese dove lui è cresciuto, il paese dove i genitori abitavano da tanti anni. Gli accertamenti medico-legali riusciranno a far luce in maniera definitiva sulla morte della coppia.

Tutto sarebbe successo sabato sera, poco dopo mezzanotte e in pochi minuti: forse una lite violenta ha anticipato l'aggressione, il marito 55enne ha accoltellato con quattro o cinque fendenti la moglie Sorina, di 50 anni, prima di finirla con una bottigliata in testa. Poi si è tolto la vita: si è accoltellato anche lui, ha infine ingerito un cocktail di psicofarmaci che l'hanno rapidamente ucciso.

Farmaci che in parte arrivavano dalla Romania, il Paese d'origine della coppia: Florinel Monea in patria ci era tornato tra il 2015 e il 2016, per lavorare, poi di nuovo in Italia dove invece il lavoro non c'era (per anni era stato operaio in un'acciaieria di Monticelli).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si accascia a terra in casa, giovane mamma uccisa da un improvviso malore

  • Tragico infortunio mentre lavora nel bosco, muore papà di tre bimbi piccoli

  • Esce di casa e scompare: ore d'ansia per un bimbo di 10 anni

  • Investita mentre attraversa la tangenziale di notte: morta ragazza di 22 anni

  • Ucciso dal cancro: fino all'ultimo Luca ha voluto gli amati cani al suo fianco

  • Donna trovata morta nel canale: potrebbe essere stata uccisa

Torna su
BresciaToday è in caricamento