L'invasione del pesce siluro, 20mila euro per la guerra al 'killer' del fiume

Dalla Regione sono arrivati altri contributi per contenere il pesce che sta mettendo a rischio le specie protette del fiume

Foto d'archivio

Guerra aperta ai pesci siluro lungo il fiume Oglio. Anche Regione Lombardia ha fatto la sua parte nella lotta al superpredatore che sta mettendo a rischio la biodiversità del corso d'acqua, con lo stanziamento di ben 20mila euro per le operazioni di bonifica.

Un'operazione di contenimento già costata 60mila euro, che non sembra destinata a concludersi in tempi brevi. Tra le zone messe maggiormente a rischio dalla proliferazione del predatore di acqua dolce, che può arrivare a pesare oltre 140 kg, c'è il tratto dell'Oglio compreso tra Soncino e Borgo San Giacomo. Un vero e proprio paradiso faunistico dove proliferano tante specie protette messo a rischio dai pesci siluro, ma anche da altri cacciatori d'acqua come il gambero rosso della Luisiana.

I tecnici sono già al lavoro per mettere all'amo quanti più predatori possibile e conservare la biodiversità di un tratto di fiume ad alto valore ecologico.

Potrebbe interessarti

  • Come coltivare i pomodori nell’orto

  • Le 5 migliori piante antizanzare

  • Biscotto di anguilla, baguette di lumache: i migliori ristoranti bresciani per il Gambero Rosso

  • La dieta detox per tornare in forma e depurare l’organismo

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Frontale in galleria: morta la moglie di un noto industriale

  • Commerciante e padre di famiglia, muore il giorno del suo compleanno

  • Fa il bagno nel lago e non torna più a riva: ricerche in corso

  • Morte di Jennifer, la donna che l’ha investita accusata di omicidio stradale

  • Bimba di poco più di un mese si spegne in ospedale: "E' volata in cielo"

Torna su
BresciaToday è in caricamento