Maxi sversamento abusivo nella roggia, sterminata la fauna ittica

Un allevatore aveva costruito un sistema di condotte e scarichi per liberarsi illegalmente di reflui zootecnici, ma pure di sostanze chimiche provenienti dalla sua azienda

Foto d'archivio

Si era costruito da solo (e illegalmente) ben due canali di scarico per liberarsi degli scarti liquidi del suo allevamento. Per anni, almeno tre, i reflui zootecnici e le acque di lavaggio della mungitura sono finite nella roggia, sterminando così la fauna ittica del corso d'acqua.

L'ennesimo caso di inquinamento e sversamenti illegali arriva da Offlaga. Secondo quanto ricostruito dalle guardie ecologiche e dalla polizia provinciale, l'allevatore avrebbe smaltito circa 1000 litri al giorno di sostanze nocive nella roggia Lussignolo. 

Gli scarichi abusivi, ben due, sono stati portati alla luce dalle guardie ecologiche, che hanno anche provveduto a raccogliere alcuni campioni di acqua dalla roggia, facendoli poi analizzare dall'Arpa. I risultati degli esami hanno confermato tutti i sospetti e denunciano una situazione allarmante di grave inquinamento. Per l'allevatore è quindi scattato l'obbligo di chiudere gli scarichi abusivi, pena il sequestro. 

Potrebbe interessarti

  • Rimedi naturali per far passare la sbornia

  • Attenzione al ragno violino: cosa fare in caso di morso

  • Mangiare piccante fa bene o fa male? Tutti i segreti del peperoncino

  • La ciclabile dei sogni batte ogni record: in un anno visitata da 325.000 persone

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Esce di casa e scompare: trovato morto nel lago

  • Scendono dall'auto in panne, travolti e uccisi sulla Statale: morti due ragazzi

  • Sfonda il parabrezza, sbalzato sull'asfalto per diversi metri: muore a soli 26 anni

  • Orribile tragedia sulla strada: muore con la testa schiacciata dal camion

  • Tenta il suicidio buttandosi dal terzo piano, grave un ragazzo

Torna su
BresciaToday è in caricamento