menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Officine abusive, nei guai 6 persone: rischiano fino a 2 anni di carcere

Blitz dei Carabinieri Forestali a Vobarno e Castenedolo: intercettate due officine di autodemolizione abusive, denunciate sei persone che rischiano fino a due anni di carcere e 30mila euro di multa

Rischiano fino a due anni di carcere (e fino a 30mila euro di multa) le sei persone denunciate dai Carabinieri Forestali della stazione di Vobarno nell’ambito di una vasta attività di controllo sulle autodemolizioni abusive in provincia di Brescia. In particolare sono due le “officine” smascherate dai militari, a Vobarno e Castenedolo, e che lavoravano al di fuori di ogni norma e controllo.

Tra i sei denunciati quattro sono bresciani e due invece di nazionalità ghanese, uno di questi tra l’altro irregolare sul territorio italiano e già sottoposto a provvedimento di espulsione. Al momento risultano tutti indagati in stato di libertà con le accuse di aver intrapreso attività abusive di autodemolizione, di gestione e di smaltimento di rifiuti pericolosi.

A margine del blitz la magistratura ha disposto il sequestro degli immobili in cui appunto si svolgevano le attività illecite, oltre al sequestro di una quindicina di autovetture, di tutte le attrezzature di lavoro e a più di 150 metri cubi di rifiuti pericolosi. Come detto, i responsabili rischiano l’arresto da 6 mesi a 2 anni, e un’ammenda da 3mila e 30mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento