Dagli Usa bombe atomiche per l’arsenale di Ghedi

L'aerobase sostituirà le unità attualmente stoccate, che andranno a "scadenza" nel 2019, con l'ultimo modello di ordigni nucleari tattici B-61. A differenza delle precedenti, le nuove bombe hanno un sistema di guida digitale

Gli ordigni in fase di test (fonte nnsa.energy.gov)

GHEDI – Rinnovamento dell’arsenale in vista per l’aerobase Nato di Ghedi: dagli Stati Uniti è infatti in arrivo un carico di ordigni nucleari di ultima generazione, i B-61-12, che saranno stoccati in luogo dell’armamentario attualmente custodito nella struttura dalla Guerra Fredda.

La ragione dell’operazione starebbe nel fatto che le bombe in dotazione a Ghedi recano data di scadenza 2019, termine ultimo entro il quale possono essere considerate “funzionanti”. 

I nuovi ordigni sono in fase di test: proprio in questi ultimi giorni hanno superato quello di volo, cui faranno seguito le prove di lancio fino alla distribuzione nelle basi, seguendo le date di “scadenza”.

Le B61-12 sono destinate, come le precedenti, al trasporto aereo, ma a differenza delle loro “antenate” possono anche essere guidate digitalmente.

Il programma di sostituzione, denominato "Life Extension", è stato lanciato nel 2012 dalla Nnsa (Agenzia di sicurezza nucleare statunitense) e dall'Aviazione americana.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento