menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Scoperta maxi evasione fiscale: 24 arresti, sequestrati beni per 21 milioni di euro

L'operazione della Finanza "Nuova evasione continua"

La Guardia di Finanza di Pisogne, coordinata dalla Procura di Brescia, sta dando esecuzione a un sequestro di beni per circa 21 milioni di euro e a 24 misure di custodia cautelare, nei confronti di altrettante persone accusate di associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale. Altri 2 soggetti, inoltre, sono stato interdetti dall'esercizio della loro professione.

L’attività investigativa ha visto coinvolto in tutto 104 persone e 126 società (tra "cartiere" e imprese realmente operanti), con sede in diverse province italiane. Le Fiamma Gialle hanno infatti ricostruito un’imponente frode fiscale, ideata da professionisti bresciani e incentrata su un sistema di emissione di fatture false: un vero e proprio "laboratorio di ingegneria fiscale a servizio degli evasori", così viene definito dai militari.

Maggiori dettagli relativi all’attività svolta, denominata operazione "Nuova evasione continua", saranno forniti durante la conferenza stampa che si terrà in mattinata presso la Procura della Repubblica di Brescia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento