rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca Calcinato

In arrivo nuova discarica di rifiuti: è allarme in paese

Presentata la richiesta alla Provincia di Brescia

La società Gedit Spa, con sede legale a Calcinato, ha presentato alla Provincia di Brescia le integrazioni richieste per il rilascio del provvedimento autorizzativo per "variante sostanziale" all'impianto IPCC già esistente (acronimo di Integrated Pollution Prevention and Control): la detta variante consiste nell'introduzione di attività di recupero R12, R13 e R3 di rifiuti non pericolosi da realizzarsi ancora a Calcinato, nella zona di Via Cavicchione di Sopra (a fianco dell'impianto di Via Cavicchione di Sotto, e parte integrante del complesso IPPC della Gedit).

La nuova discarica

"Il progetto - si legge - prevede la realizzazione di un impianto destinato a valorizzare la componente energetica di rifiuti non pericolosi, con produzione di Combustibile solido secondario (Css) da gestirsi come rifiuto speciale oppure come End of Waste. Il processo di trattamento è di tipo meccanico e prevede lavorazioni a freddo di triturazione e selezione delle frazioni secche dei rifiuti, al fine di ottenere materiali con caratteristiche idonee a essere utilizzati quale combustibile alternativo".

Prime voci contrarie da parte dei residenti, tra cui il comitato Cittadini di Calcinato, ma pure da parte della stessa amministrazione comunale, che avrebbe presentato una vasta gamma di osservazioni "critiche" sul progetto in essere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In arrivo nuova discarica di rifiuti: è allarme in paese

BresciaToday è in caricamento