menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Matrimonio finito, sequestra suocera e figlio

Il sequestro è avvenuto nel Milanese, alla periferia di Brescia l’arresto: protagonista della vicenda un nomade il cui matrimonio è da poco fallito, aiutato da un complice.

Non riusciva ad accettare la fine del suo matrimonio, perciò ha pensato bene di rapire l’ex suocera, e già che c’era anche il figlio. È terminata alla periferia della città la fuga, iniziata venerdì mattina nel Milanese, di un giostraio 37enne e di un suo complice 45enne. 

I fatti. Il sequestratore, mai rassegnatosi per la fine del suo matrimonio, nella mattinata di ieri si è recato a far visita all’ex moglie per cercare di farle cambiare idea. Dopo una lite avvenuta all’interno della roulotte dove vive la donna, il 37enne ha pensato bene di sequestrare l’ex suocera - considerata la responsabile della separazione - e il figlio 13enne che vive con sua madre. 

Con l’aiuto dell’amico 45enne, il nomade ha caricato i due su un furgone e si è messo in viaggio in direzione di Brescia. I suoi movimenti però sono stati tracciati dai Carabinieri della compagnia di Cassano D’Adda, coadiuvati dai colleghi del Nucleo operativo radiomobile di Brescia: attivati dall’ex moglie, grazie al segnale emesso dal cellulare della donna sequestrata i militari hanno potuto arrestare i due complici in un campo nomadi alla periferia della città. I due, entrambi pregiudicati, sono in carcere: dovranno rispondere di sequestro di persona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento