Cronaca Via Bonata

Nomade gambizzata: fermato a Verona il presunto aggressore

Arrestato il presunto aggressore della giovane nomade gambizzata due giorni fa nel furgone dove dormiva nel campo nomadi di San Martino della Battaglia

Due giorni fa una giovane nomade di Desenzano era stata gambizzata mentre dormiva con la madre nel suo furgone nel campo nomadi di San Marino della Battaglia. Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile della Questura di Brescia setacciando campi nomadi della zone, indagando sulle rivalità tra famiglie rom hanno portato al fermo di un uomo di 40 anni.

L'uomo è stato fermato a Verona dai poliziotti bresciani insieme ai colleghi bresciani. In mattinata la questura di Brescia ha indetto una conferenza stampa per illustrare i dettagli dell'operazione.

IN AGGIORNAMENTO

L'aggressore si chiama Antonio Held è un sinti residente nella provincia di Bergamo e da 17 anni la sua famiglia è in una faida aperta con quella della giovane aggredita. Quando più recentemente sua madre è stata sfregiata da almeno tre persone, lui ha deciso di vendicarla ed è stato inseguito da tre uomini con le pistole, ma è riuscito a far perdere le tracce, fino all'arresto a Verona.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nomade gambizzata: fermato a Verona il presunto aggressore

BresciaToday è in caricamento