Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Orzinuovi

Annullata la fiera di Orzinuovi, insorgono gli allevatori

La decisione dovuta alla mancanza di fondi causata dalla crisi e dai tagli ai comuni decisi a Roma. Per Lega e Nord e Apa si tratta però di una scelta politica, non supportata da reali esigenze di bilancio

La fiera di Orzinuovi è una delle più importanti vetrine a livello provinciale per il settore zootecnico, una manifestazione di grandi tradizioni con un lungo passato alle spalle.

Quest’anno, Orceania, la società comunale che organizza la rassegna della Bassa, ha deciso che non ci sono le possibilità economiche per sostenere quella che sarebbe dovuta essere la 64esima edizione: «In tempo di crisi non possiamo più permetterci la mostra», ha spiegato Andrea Battaglia, il presidente della società.

A seguito della decisione, è subito insorta l’Apa - l’Associazione Provinciale Allevatori - per la quale la scelta dell’amministrazione di centro-sinistra appare pretestuosa non solo per la reale entità della copertura economica, “piuttosto limitata in rapporto all'importanza della manifestazione”, ma anche perché “non sembra tenere in alcun conto il peso e l'importanza della zootecnia nell'economia bresciana”.

“"Non c’è nessuno come gli allevatori che sappia comprendere la necessità del sacrificio soprattutto di fronte a momenti di crisi come quello attuale - dichiara –Germano Pè, presidente dell’Associazione Provinciale Allevatori di Brescia -, ma l’antica vocazione agricola della Fiera di Orzinuovi avrebbe meritato maggior rispetto: l’'idea di tagliare la parte zootecnica della manifestazione con il pretesto dei costi eccessivi è semplicemente miope, perché non tiene in alcun conto le ricadute economiche benefiche e i positivi risvolti di immagine prodotti dall’evento, nche naturalmente a favore del tessuto economico di Orzinuovi”."

Al fianco degli allevatori si è schierata anche la Lega Nord, che annuncia la presentazione di un interrogazione in consiglio provinciale sul tema.

“Brescia è la prima provincia agricola d'Italia – spiega il segretario provinciale Fabio Rolfi -, e la zootecnia rappresenta circa il 90 per cento del pil agricolo provinciale. Il comparto deve essere valorizzato e tutelato da tutte le Amministrazioni comunali di qualunque estrazione politica e non deve in alcun modo essere penalizzato come accaduto ad Orzinuovi.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Annullata la fiera di Orzinuovi, insorgono gli allevatori

BresciaToday è in caricamento