menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ragazze in un night club (foto d’archivio)

Ragazze in un night club (foto d’archivio)

"Se non paghi ti brucio il night club": prostituzione e minacce, 11 condanne

Sono 11 le condanne emesse dal tribunale nell'ambito di un'indagine – a cui partecipò anche l'Antimafia – su estorsioni e prostituzione nei night club della provincia e non solo

Un'organizzazione criminale “attrezzata” e ben radicata, di cui se ne era occupata anche la Direzione distrettuale antimafia ma per cui, in sede processuale, non sono state confermate le accuse relative ai metodi mafiosi. Non sono mancate comunque una pioggia di condanne: in tutto sono 11 le persone accusate e condannate a vario titolo per reati che vanno dallo sfruttamento della prostituzione al traffico illecito di rifiuti.

Sono solo due le assoluzioni, con formula piena: nessuna condanna infatti per Antonio Cilione, all'epoca maresciallo capo della Guardia di Finanza di Desenzano, e per Maurizio Rodella, anche lui di Desenzano. Pesanti invece le condanne per gli altri imputati, a cui – come detto – sono stati confermati i vari capi d'accusa senza l'aggravante del metodo mafioso.

Nel dettaglio, Giuseppe Papaleo è stato condannato a 8 anni, insieme a lui i suoi complici Fadil Kolgeci (7 anni e 8 mesi) e Gani Jahaj (6 anni). Sarebbero stati loro a “gestire” il racket delle estorsioni, tra atti di violenza “vera” e minacce, tra cui la classica “Se non paghi ti brucio il locale”. Sarebbero riusciti a farsi consegnare con la forza ben 124mila euro dal night club Burlesque di Rovato, e altri 60mila da un locale di Ospitaletto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento