Cronaca

Nigeria: uccisa la missionaria Afra Martinelli, 78enne di Ciliverghe

La donna è stata raggiunta alla nuca da un colpo di machete nel corso di una rapina. I suoi collaboratori del Centro Regina Mundi l'hanno trovata la mattina seguente in una pozza di sangue. E' spirata dopo dodici giorni di coma

Afra Martinelli

Massacrata con un colpo di machete nel corso di una rapina. E' morta così due giorni fa, dopo due settimane di agonia, Afra Martinelli, la missionaria laica originaria di Ciliverghe che, da trent'anni, impegnava le sue giornate per aiutare le persone più bisognose dell'Africa.

L'aggressione è avvenuta all'interno della sua abitazione a Oguashi-Ukwu, circa 400 chilometri da Lagos, nel cuore della foresta nigeriana. I banditi le hanno rubato le chiavi del laboratorio di informatica che lei stessa aveva contributo a fondare, per poi fare razzia di computer e altro materiale.


La mattina del 26 settembre, alcuni suoi collaboratori del Centro Regina Mundi, dove ha sede il laboratorio, l'hanno ritrovata distesa a terra in una pozza di sangue, fuoriuscito da una profonda ferita alla nuca. Dopo 12 giorni di coma, Afra si è spenta all'età di 78 anni. In Italia, tra i familiari più stretti, ne piange la morte il fratello Enrico, residente a Botticino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nigeria: uccisa la missionaria Afra Martinelli, 78enne di Ciliverghe

BresciaToday è in caricamento