Cronaca Roncadelle

Travolto da un treno a Roncadelle, morto Nicola Di Sanzo di 35 anni

Era sposato e padre di un bambino

E' il 35enne Nicola Di Sanzo l'operaio ucciso da un treno all'alba di venerdì mattina a Rondelle, travolto da un convoglio diretto a Milano, dopo essere sceso dal mezzo con cui stava svolgendo dei lavori di manutenzione lungo i binari.

Sulla morte dell'operaio è stato aperto un fascicolo per omicidio colposo. Ancora da chiarire l'esatta dinamica di quanto accaduto, ma, dalle prime testimonianze dei colleghi (i primi a lanciare l'allarme), pare che Di Sanzo sia sceso - o si sarebbe sporto eccessivamente - proprio dal lato in cui stava sopraggiungendo il treno. L'impatto, che ha coinvolto la testa in modo violento, non gli ha lasciato scampo.

La vittima era originaria di Rotonda, un paesino della Basilicata, sposato e padre di un bambino. Cordoglio è stato subito espresso dal primo cittadino del comune, Rocco Bruno: "L'intera comunità è commossa dinanzi alla tragedia che si è consumata alle prime ore dell'alba, durante il suo turno di lavoro. Nicola, esempio di instancabile lavoratore, lascia i suoi cari a soli 35 anni. Una tragedia che lascia senza parole. Solo tanta tristezza e sconforto. Morire così giovani, sul posto di lavoro. Tanti, troppi incidenti. Rotonda piange l'ennesima scomparsa avvenuta per circostanze simili. Un abbraccio alla famiglia, alla moglie e un bacio al suo piccolino. Ciao Nicola, riposa in pace".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolto da un treno a Roncadelle, morto Nicola Di Sanzo di 35 anni

BresciaToday è in caricamento