rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Cronaca Niardo

Trattore divorato dalle fiamme: "Atto vandalico senza precedenti: chi sa parli"

Nessun dubbio sull’origine dolosa dell’incendio. Il duro sfogo del presidente del Consorzio forestale Pizzo Badile

Un trattore del consorzio forestale Pizzo Badile è stato distrutto dalle fiamme. L’incendio - di matrice dolosa - è stato appiccato in piena notte. A dare l’allarme, nella prima mattinata di venerdì 18 novembre, è stato un uomo residente in località Disino di Niardo: appena sveglio ha notato le fiamme provenienti dal bosco che circonda la località e ha dato l’allarme. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco volontari di Breno e quelli di Darfo Boario Terme, che hanno domato il rogo, e i carabinieri, ai quali sono state affidate le indagini.

Del mezzo - un Same frutteto con verricello usato per pulire le strade dalla neve come dagli alberi abbattuti dalla tempesta Vaia - non rimane che lo scheletro annerito. Pochi dubbi sull’origine dolosa del rogo. Un episodio senza precedenti che inquieta e preoccupa il consorzio, come l’intera comunità.
 
"Il consorzio è stato vittima di un atto vandalico senza precedenti. Il danno economico è abbastanza contenuto anche se c'è e peserà sulle nostre casse, considerato che tale mezzo aveva 20 anni. Penso però a tutti i lavori fatti con l’aiuto di tale trattore: sono convinto che chi ha fatto ciò non ha fatto un danno solo al consorzio bensì a tutto il territorio che il consorzio cerca con estrema difficoltà di mantenere e migliorare, e quindi il danno è stato arrecato a tutti noi che viviamo il territorio", si legge nel duro sfogo - affidato alle pagine social -  del presidente del consorzio Mauro Martinelli.

Infine l’appello alla collettività: “chiediamo a chiunque sappia qualcosa di farsi avanti per fermare una volta per tutte questo vandalo che non ce l’ha solo con noi, ma con il nostro territorio.”
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trattore divorato dalle fiamme: "Atto vandalico senza precedenti: chi sa parli"

BresciaToday è in caricamento