Cronaca Brescia 2 / Via Corsica

Vendeva smartphone, ma senza autorizzazione: chiuso negozio di telefonia

Martedì mattina il blitz degli agenti di Polizia Locale: chiuso un negozio di elettronica e telefonia in Via Corsica. Non aveva le autorizzazioni

Il Comune ne aveva già vietato la prosecuzione dell'attività, sanzionandolo pure con una multa salata: ma lui imperterrito ha continuato a esercitare la propria “bottega” nonostante le diffide della Polizia Locale per la mancanza di autorizzazioni. E a tirar troppo la corda, questa si spezza: martedì mattina il blitz degli agenti del comando di Via Donegani che hanno posto i sigilli al negozio, fino a nuovo ordine.

La bottega in questione è un negozio di Via Corsica (aperto da pochi mesi, dal marzo scorso) che vendeva prodotti tecnologici e di telefonia ma senza mai aver avuto “alcun titolo valido”. Il gestore non ha mai trasmesso alla Loggia tutta la documentazione necessaria.

“Lo Sportello Unico della Attività produttive – si legge in una nota – lo aveva invitato a fornire quanto richiesto entro un termine prefissato, ma non avendo ricevuto alcuna risposta aveva vietato la prosecuzione dell'attività”.

Serrande abbassate? Macché. Da un successivo controllo è risultato infatti che il negozio fosse ancora aperto. Così nel giugno scorso è arrivata la prima (e salatissima) sanzione: una multa di circa 5000 euro. Ma nemmeno questo è bastato: l'attività irregolare di vendita è continuata lo stesso.

A mali estremi, estremi rimedi: prima l'avvio di un procedimento di diffida nei confronti del gestore, di nazionalità pakistana, poi il blitz degli agenti che hanno chiuso il negozio con la forza. E chiuso resterà, spiegano, “con i sigilli fino all'eventuale regolarizzazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendeva smartphone, ma senza autorizzazione: chiuso negozio di telefonia

BresciaToday è in caricamento