menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Copyright ©Bresciatoday.it

Copyright ©Bresciatoday.it

In centinaia per l'ultimo saluto a Manuela: "Il tuo sorriso non si spegnerà mai"

Chiesa gremita per i funerali di Manuela Bailo, uccisa a coltellate dall'amante. Presente alla cerimonia anche il segretario nazionale della Uil, sindacato per il quale la giovane donna lavorava

Una folla commossa ed eterogenea ha gremito la chiesa di Santa Maria Immacolata di Nave, troppo piccola per contenere il dolore e i singhiozzi delle centinaia di persone arrivate per dare l'ultimo saluto a Manuela Bailo.

Dal primo pomeriggio di lunedì decine di persone si sono raccolte fuori dalla chiesa per attendere il feretro della 35enne uccisa dall'amante Fabrizio Pasini, sposato e padre di due figli. Prima della cerimonia funebre hanno condiviso i ricordi degli ultimi momenti e delle giornate trascorse accanto a Manuela, rievocando il suo sorriso dolce, la sua semplicità, la sua timidezza.  

Non solo parenti, amici, e colleghi: anche i vertici della Uil, sindacato per cui la giovane donna lavorava, e il prefetto di Brescia Annunziato Vardè hanno atteso l'arrivo della bara di legno ricoperta di rose bianche. A vegliare sul feretro, la sorella minore di Manuela: per tutta la durata della funzione è rimasta in piedi, aggrappata a ciò che resta della 35enne. 

"Perdiamo un'amica prima che una collega - ha detto Carmelo Barbagallo, segretario nazionale della Uil - , Manuela era una donna straordinaria che amava la vita, affidabile e sempre disponibile. Questa tragedia ci lascia sgomenti: da anni il nostro sindacato lotta contro la violenza di genere, un fenomeno che ha raggiunto proporzioni barbariche e contro il quale anche lei combatteva. Ci impegneremo ancora di più per sconfiggere la violenza contro le donne, che è una delle peggiori violazioni dei diritti umani". Infine la promessa a mamma Patrizia e papà Elvio: "Non siete soli, la vostra battaglia per la giustizia sarà anche la nostra".

"Non ci sono parole per descrivere questo dolore immenso, dacci la forza per andare avanti e cerca di trovare la serenità e la pace che non hai potuto trovare qui: il tuo sorriso non si spegnerà mai e sarà la luce del nostro cammino". È lo straziante messaggio d'addio letto dalla cugina della giovane.

Toccante anche l'omelia del sacerdote Ruggero Zani: "Le braccia di un uomo ti hanno scaricata esanime sulla terra, quelle di Dio ti hanno raccolta e ripulito l'anima: ora il male non potrà più sfiorarti. La cattiveria del mondo che ti ha travolta è svanita: è rimasto l'amore eterno e sincero di chi ti ha voluto davvero bene".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento