Cronaca Puegnago sul Garda

Puegnago: addio al viticoltore Natalino Delai

Patron dell’omonima cantina, aveva 88 anni

Viticoltore e pioniere della coltivazione dell’ulivo sul Garda: Natalino Delai si è spento nei giorni scorsi, stroncato in poco tempo da una malattia. Aveva 88 anni, la maggior parte dei quali trascorsi tra le vigne e la cantina di Puegnago, a produrre i vini tipici del Garda come il Chiaretto e il Gropello.

Patron dell’azienda agricola Delai, alla fine degli anni ’60 Natalino aveva raccolto il testimone dal padre Giuseppe, portando avanti con grande intuito, coraggio e vivacità scelte agricole e vitivinicole, per l'epoca, avveniristiche. Una tradizione che non si è interrotta: a prendersi cura di viti e ulivi ora è il figlio Sergio, che da anni guida l’azienda di famiglia, facendo propri gli insegnamenti del padre così come la totale dedizione alla vigna e alla qualità della materia prima.

Oltre al figlio Sergio, piangono Natalino Delai la moglie Anna, la figlia Anita e i nipoti Manuel, Nicol, Daniele e Arianna. I funerali si svolgeranno alle 14.30 di oggi,  lunedì 18 Settembre, nella chiesa di San Michele Arcangelo a Puegnago sul Garda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puegnago: addio al viticoltore Natalino Delai
BresciaToday è in caricamento