Cronaca

A Natale 2013 torna la maratona di Telefono Amico Italia

i volontari saranno in ascolto 24 ore su 24 per alleviare solitudine e bisogno di ascolto. Il Numero Unico Nazionale 199 284 284 dell'Associazione sarà attivo ininterrottamente dal 24 al 26 dicembre

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Anche quest'anno Telefono Amico Italia organizza la speciale maratona natalizia: dalle 10.00 del 24 dicembre fino alle 24.00 del 26 dicembre, i circa 700 volontari nei 21 Centri di Ascolto dislocati in quasi tutta Italia si daranno il turno per rispondere alle chiamate 24 ore non stop.

Il periodo delle festività è un momento critico per le persone che vivono disagi, che si sentono sole, che devono affrontare difficoltà e la richiesta di "essere ascoltate" si fa ancora più forte.

«Dal recente Rapporto di ricerca che confluisce nell'Osservatorio del Disagio Emotivo -spiega Dario Briccola, presidente nazionale di Telefono Amico Italia - realizzato da Telefono Amico Italia con la collaborazione, per il secondo anno consecutivo, del Laboratorio di Statistica Applicata dell'Università Cattolica di Milano, è emerso che tra le richieste espresse dagli appellanti, quella di ascolto copre la quasi totalità delle chiamate, l'81%. Questo dato ci sprona, come Associazione, a continuare nel nostro servizio, ancor di più nel periodo delle festività. Oltre alla crisi economica, alla precarietà e alle faticose condizioni di vita degli italiani, ciò che emerge è uno stato di malessere psicologico-emotivo e un senso di solitudine in particolare nelle persone fra i 46-55 anni, con percentuali notevoli anche fra i 36-45 e 56-65 anni. Questo malessere non può essere ignorato, soprattutto a Natale».

A chiamare sono soprattutto gli uomini (69%), confermando che le donne hanno una rete di sostegno più estesa e continuano a dimostrare maggiore sensibilità nel percepire le condizioni di malessere. Le analisi mostrano come il disagio emerga allo stesso modo sia da contesti di convivenza sia da quelli di solitudine (nel 35% dei casi gli appellanti vivono soli, mentre il 22,1% con famiglia o amici). Tra le ragioni della chiamata anche quest'anno prevale il bisogno di compagnia (20%) e in seconda battuta il cosiddetto "problema non emerso" (18%), mentre la solitudine ha registrato un notevole incremento: dal 2% nel 2011 al 5% nel 2012.

Natale è un periodo particolare: accanto alla gioia del ritrovarsi e del condividere momenti di festa, infatti, c'è anche chi percepisce in maniera più pesante l'isolamento, l'abbandono, l'angoscia, la tristezza, lo sconforto e la rabbia. L'Associazione, nata nel 1967, ogni giorno, con professionalità e dedizione, offre un servizio di ascolto empatico, attento e partecipato, libero da ogni giudizio.

«Quest'anno è l'ottava edizione della maratona - conclude Dario Briccola - e accanto a questa importante e impegnativa iniziativa abbiamo voluto attivare anche una campagna di raccolta fondi denominata "Un Telefono per Amico". L'idea nasce dalla necessità di rinnovare totalmente l'attrezzatura telefonica, che è ormai obsoleta e risulta difficile reperire eventuali pezzi di ricambio, quindi in caso di guasto o ulteriore deterioramento il servizio verrebbe completamente bloccato. Il nostro obiettivo è quello di metterci al servizio di chi ha bisogno di essere "ascoltato" e lo vogliamo fare nel migliore dei modi, non solo dal punto di vista della preparazione e formazione, ma anche per quanto riguarda gli strumenti che utilizziamo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Natale 2013 torna la maratona di Telefono Amico Italia

BresciaToday è in caricamento