rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Dopo una giornata in cantiere si accascia per un malore: morto un giovane muratore

Non ha accusato alcun problema durante la dura giornata di lavoro, ma al momento di tornare sul furgoncino è caduto a terra, e non si è più ripreso

La giornata più calda degli ultimi anni, termometri alle stelle, umidità e alti livelli di inquinamento nell'aria: sono stati giorni difficili per tutti, a partire dai lavoratori costretti a sudare in fabbrica, nei campi o nei cantieri. Numerosi i malori registrati, tra questi uno - verificatosi a San Zeno di Colognola ai Colli, in provincia di Verona - è costato la vita a un giovanissimo muratore kosovaro residente nella nostra provincia. 

Il carpentiere ventiquattrenne era impegnato nella ristrutturazione di villa Zoppi, un edificio storico del Comune veronese, dove si recava da alcuni giorni con la sua squadra alle dipendenze di una ditta bresciana. Al momento di tornare sul furgone che l'avrebbe riportato a casa al termine della giornata in cantiere, attorno alle 17:30, il ragazzo si è stranamente diretto verso un marciapiede dove si è accasciato. 

Avvicinato dai colleghi, il 24enne non dava segni di vita perciò sono stati chiamati i soccorsi. Prelevato da un'ambulanza, il giovane è stato trasportato in eliambulanza in ospedale a San Bonifacio, dove a distanza di un giorno, ieri è deceduto. La notizia è riportata dal quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo una giornata in cantiere si accascia per un malore: morto un giovane muratore

BresciaToday è in caricamento