Cronaca

Val Grosina, esplode auto con bombole d'ossigeno: un morto

La vittima è Giuseppe Besseghini, 63 anni di Grosio. Ferita in modo serio anche la moglie, sbalzata fuori dall'abitacolo a causa dello scoppio

Incurante del fatto che all'interno dell'auto ci fossero le bombole di ossigeno perché da tempo soffriva di una seria insufficienza respiratoria, ha acceso una sigaretta: all'improvviso il veicolo è esploso.

Il conducente, Giuseppe Besseghini, 63 anni, di Grosio (Sondrio), ha riportato ustioni di 2/o e 3/o grado sull'80% del corpo e la moglie che viaggiava con lui, sua coetanea, è stata sbalzata fuori dal veicolo in fiamme riportando serie ferite.

E' accaduto qualche giorno fa, ma si è saputo solo ora, mentre la coppia faceva ritorno a casa dai boschi della Val Grosina.


L'uomo, trasportato d'urgenza con l'eliambulanza del 118 all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, è stato in seguito trasferito al Centro grandi ustionati di Genova, dove ha lottato tra la vita e la morte per 4 giorni finché nella notte ha cessato di vivere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Val Grosina, esplode auto con bombole d'ossigeno: un morto

BresciaToday è in caricamento