Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Trenzano: dolore e lacrime per la morte di Giancarlo Morghen

Morto sotto un treno, sulla Milano-Venezia all'altezza di Rovato. La tragica fine di Giancarlo Morghen, ex sindaco di Trenzano e storico membro della Confesercenti regionale

Era stato a Milano, nella sede di Confesercenti, giusto un paio di giorni fa. L'ultima sua uscita pubblica prima di quella terribile tragedia, che lascia comunque dietro di sè ancora tanti interrogativi. Giancarlo Morghen è finito sotto il treno, travolto da un 'Thello' diretto a Venezia. Poco più tardi delle 7 del mattino, nei pressi della stazione di Rovato, tra il secondo e il terzo binario.

Quarantatrè i treni in ritardo, ma a questo punto conta davvero poco. Sindaco a Trenzano, per nove anni consecutivi, dal 1990 al 1999. Conosciuto da tutti in paese, e anche oltre: membro più che attivo della Confesercenti regionale, commerciante da più di un trentennio e parte integrante del direttivo del 'sindacato delle botteghe' fin dal 2005.

Lo ricordano in tanti, in attesa che la magistratura sciolga le riserve in merito alla data dei funerali. Lo piangono la moglie Rossana, la sorella e il cognato, i suoi nipoti. Ma anche i 'colleghi' di Milano, compagni di lavoro alla Confesercenti, che lui raggiungeva quasi tutti i giorni, in treno. Parcheggiava la sua auto in stazione, a Rovato: tutte le mattine partiva da Trenzano.

Le ipotesi intanto si accavallano. Non si esclude quella di un gesto estremo. Ma potrebbe essere stato pure un malore improvviso, o una distrazione fatale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trenzano: dolore e lacrime per la morte di Giancarlo Morghen

BresciaToday è in caricamento