Cronaca Centro / Via Spalto San Marco, 20

Detenuto autolesionista muore di infarto dopo tre giorni in cella

L'uomo si era autoinflitto tagli sulle braccia

Senza fissa dimora, è stato arrestato per questioni di droga. In carcere però ci è rimasto poco, solo tre giorni, nella giornata di ieri infatti è deceduto a causa di un malore fatale. Protagonista della vicenda un uomo di 40 anni di origine magrebina, affetto probabilmente da problemi psichiatrici. 

Nei tre giorni di permanenza a Canton Mombello l'uomo si è autoinflitto ripetutamente tagli alle braccia. Trasferito da una cella con altri detenduti a una cella in isolamento, nella giornata di ieri ha accusato un infarto ed è stato portato d'urgenza in infermeria. Disperati i tentativi di rianimarlo, purtroppo però il 40enne è deceduto. 

Non si tratterebbe di un gesto volontario, ma semplicemente di un tragico malore: la Procura di Brescia ha aperto - come da prassi per i decessi in carcere - un'inchiesta, disponendo l'autopsia sul cadavere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto autolesionista muore di infarto dopo tre giorni in cella
BresciaToday è in caricamento