rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Cronaca

Ritrovato in fondo al lago il corpo del 19enne scomparso dopo un tuffo

Il Sebino ha restituito il corpo del giovane che è scomparso sotto gli occhi di alcuni amici dopo un tuffo dalle "piramidi" di Castro.

Come si temeva, l'epilogo della vicenda è il più triste possibile. Il corpo di Alexander Mercedes Frias è stato ritrovato nel tardo pomeriggio di ieri, a ben 35 metri di profondità. 

Immediatamente dopo il tuffo nei pressi della galleria della strada provinciale 469 a Castro, un luogo chiamato da tutti "le piramidi", i suoi amici lanciarono l'allarme. Sul posto arrivò anche l'eliambulanza, pronta a soccorrere il giovane, che però non è più riemerso. 

Le operazioni di ricerca, che hanno coinvolto i sommozzatori dei Vigili del Fuoco e della Protezione civile, sono proseguite senza sosta fino al ritrovamento del corpo del giovane, adagiato sul fondo del lago a 35 metri di profondità. Impossibile al momento dire cosa è successo dopo il tutto, un malore, o una botta presa contro gli scogli, o ancora un mulinello che l'ha attirato verso il basso. Alexander lascia nel dolore la madre Gavina Mercedes de la Rosa, il compagno della donna, Pierantonio Tasca, e il fratello 23enne Rafael. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrovato in fondo al lago il corpo del 19enne scomparso dopo un tuffo

BresciaToday è in caricamento