Cronaca Desenzano del Garda

Razzia tra i vigneti del vino campione del mondo: rubate 2 tonnellate di uva

Il blitz in notturna ha permesso di razziare tra i 15 e i 20 quintali

Triste scoperta venerdì mattina per l'agronomo della cantina Montonale di Desenzano, Valentino Girelli: entrato nel vigneto aziendale, in località Montonale Basso, per un controllo delle uve prima dell'imminente vendemmia, si è accorto che nei primi quattro filari i grappoli erano stati totalmente asportati.

Un colpo da professionisti: i malviventi si sarebbero avvicinati alla vigna dalla capezzagna confinante, a bordo di un furgone, tagliando uno alla volta i grappoli per poi allontanarsi senza lasciare tracce. Si stima un furto tra i 15 e i 20 quintali di uva, l'equivalente di 1.500/2.000 bottiglie.

La prima volta sul lago di Garda

“Ignoti hanno raggiunto il nostro vigneto e tagliato con grande perizia i grappoli di Turbiana (da cui si ricava il Lugana, ndr) – spiega Girelli – Un danno non da poco per la nostra cantina, considerato che grazie alla perfetta annata meteo le uve quest'anno sono eccezionali. Forse i malintenzionati credevano di portarsi a casa le uve di Orestilla, il Lugana Montonale già campione del mondo al Decanter World Wine Awards, che invece arrivano dal vigneto omonimo situato a qualche centinaio di metri”.

E' la prima volta che sul Garda si verifica un episodio del genere: circostanze simili sono purtroppo diffuse in Francia, dallo Champagne al Bordeaux, ma mai era successo (e soprattutto nella zona del Lugana) con queste modalità e in queste quantità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Razzia tra i vigneti del vino campione del mondo: rubate 2 tonnellate di uva

BresciaToday è in caricamento