Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Delira tra cori fascisti e discorsi di Hitler, negozianti minacciati: ragazzo nei guai

Il giovane uomo, un 32enne di casa a Montisola, si sarebbe reso responsabile di numerosi episodi preoccupanti ed è scattata la libertà vigilata.

Adolf Hitler (foto d'archivio)

Irrequieto, violento e spesso alticcio: era l'incubo di commercianti ed esercenti di Iseo e dintorni. Più volte finito nei guai, e già condannato ad un anno e 9 mesi di reclusione per estorsione, ora è stato sottoposto al regime della libertà vigilata.

Si tratta di un 32enne di Montisola. Il giovane era ben conosciuto alle forze dell'ordine come a diversi commercianti, e non solo, di Iseo. Nel 2017 aveva spaventato alcuni passanti, obbligandoli a consegnargli pochi spiccioli e per queste vicende era pure stato condannato al carcere. La decisione risale a qualche settimana fa, ma per lui non si sono mai aperte le porte del carcere: è stato sottoposto al regime della libertà vigilata, con divieto di frequentare bar e locali.

Il 32enne è tornato a colpire tra la primavera e l'estate appena trascorse, rendendosi protagonista di alcuni episodi violenti. Non solo avrebbe minacciato e derubato alcuni esercenti della zona, ma avrebbe pure danneggiato alcuni beni pubblici e dato spettacolo al Festival degli Albori di Sulzano. In quella occasione il 32enne avrebbe intonato cori fascisti e riprodotto, a tutto volume, con il suo smartphone alcuni discorsi di Adolf Hitler. A fermarlo ci avevano pensato i carabinieri, che lo avevano anche segnalato per apologia del fascismo.

Visti i precedenti e il pericolo che si renda nuovamente protagonista di episodi violenti e potenzialmente pericolosi, il pm ha chiesto e ottenuto che il 32enne sia sottoposto al regime della libertà vigilata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delira tra cori fascisti e discorsi di Hitler, negozianti minacciati: ragazzo nei guai

BresciaToday è in caricamento